Pubblicati da Stefano Palumbo

Oltre il festival. Quale futuro per gli eventi culturali in città?

L’iniziativa “Il festival incontra la città dell’Aquila” del 15 novembre scorso, promossa dalle associazioni organizzatrici del Festival della Partecipazione (ActionAid Italia, Cittadinanzattiva, Slow Food Italia) è servita a renderci consapevoli che questa manifestazione rischia di scomparire, se non definitivamente, certamente dalla nostra città. Importanti centri del nord Italia sono pronti ad offrire ospitalità alle prossime […]

Rischiamo di perdere il Festival della Partecipazione

Rispetto al rischio di perdere forse il più importante festival nazionale che si tiene all’Aquila in favore di altre città che farebbero carte false per averlo, la città non ha nulla da dire? Prima le ripetute, false, rassicurazioni fornite agli organizzatori, poi lo sgarbo istituzionale consumato con la sua intenzionale assenza a tutti gli eventi organizzati, infine una […]

Lettera aperta a Serenella Ottaviano

Carissima preside Ottaviano, ho letto le scuse che ha rivolto ai suoi ragazzi per non essere riuscita a riunificare il Liceo Cotugno, distribuito quest’anno su 5 sedi diverse. Dice di aver fallito, assumendosi così ingiustamente responsabilità che non sono sue, perché ad aver fallito non è stata lei ma la politica, tutta, colpevole, per mezzo […]

Decidere di non Fare, la Sconfitta più Grande

È l’amministrazione dei tempi nuovi, quando qualcosa non è facile (e oggettivamente è divenuto tutto più complicato), quando qualcosa comporta l’assunzione di responsabilità (e queste sono sempre di più), si può arrivare a decidere di non fare. La rassegna ovina di Campo Imperatore, è l’ultima vittima in ordine di tempo, ma non sarà purtroppo l’ultima […]

La Strada Smarrita

Di fronte alle sfide sempre più complesse che la società e il sistema economico ci sottopongono quotidianamente, compito della classe politica dovrebbe essere quello di provare almeno ad alzare il livello del confronto, allargare il campo del dibattito, invece di limitarsi a rincorrere questioni sollevate da altri come sta avvenendo in città sia sul tema dei […]

Una Città Migliore: lo Sviluppo

“Quando soffia il vento del cambiamento, alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento”. Credo che il significato di questo antico proverbio vada ricercato nella capacità, più o meno intrinseca o indotta, che un qualsiasi soggetto dispone rispetto agli stimoli di trasformazione che gli vengono sottoposti dall’ambiente esterno. Quel “principio di adattamento” che Darwin poneva alla […]

Una Città Migliore: la Consapevolezza

Ho parlato nella prima parte del cambiamento invocato, promesso e finora disatteso; di come il cambiamento a prescindere non sia necessariamente un bene e di come l’unico cambiamento auspicabile sia quello finalizzato al miglioramento. Ebbene, una nuova e migliore azione politica è oggi necessaria anche rispetto a quella della precedente amministrazione che, presa da altre […]

Una Città Migliore: Il Cambiamento

Abbiamo sempre fatto i conti con il cambiamento; immaginate i nostri nonni, pensate alla loro vita vissuta in campagna, con gli animali come unico mezzo di locomozione, guardateli poi alzare gli occhi al cielo per osservare un aereo che passa, ammirare l’uomo nello spazio, parlare in videoconferenza con i nipoti dall’altra parte del mondo. È […]

Una nuova consapevolezza

C’ero perché era giusto esserci, perché chi fa politica ha il dovere di appoggiare, sempre, le ragioni del territorio. C’ero con tutti quelli che in maniera giusta o sbagliata ci mettono la faccia; c’ero, a differenza di quanti sono rimasti a guardare con diffidenza sospetta verso tutto e a prescindere, perché convinto che con i […]

Una via per Rita Levi Montalcini

È mia intenzione proporre al Comune dell’Aquila l’intitolazione di una via a Rita Levi Montalcini. Penso sia opportuno farlo innanzitutto ritenendo la ricercatrice torinese, scomparsa nel 2012, meritevole di tale riconoscimento secondo una visione universale, per la sua indiscussa attività di scienziata, e poi secondo una visione locale, per il lavoro che indirettamente i suoi […]