Il-messaggero-logo

L’AQUILA – I piccoli satelliti, la materia oscura, la comunicazione di un colosso come il cinese Zte, i veicoli connessi di Fiat, i sensori che monitorano le strutture sottoposte a terremoti, la realtà virtuale per visitare la città e i monumenti in 3D, la gestione energetica delle case. Non è un elenco fantascientifico, ma ciò che si potrebbe presto concretizzare all’Aquila che si candida a diventare una delle città europee smart, ad alto tasso di innovazione. Niente libro dei sogni: lo si è toccato con mano ieri alla presentazione della sperimentazione sul 5g che si è tenuta non a caso nei ………………………….

……..continua a leggere su IL MESSAGGERO